Cap. XIII - ultima parte

Cap.  XIII  -  ultima parte


Rashid si lasciò sfuggire un ruggito.
"Maledetto!... Ed è lì che sono diretti?"
"No! Kahi si è opposto... Kahi non voleva disubbidire al comando del suo Gran Sacerdote che era quello di rapire la principessa e..  e quella donna gli ha conficcato il pugnale nel petto e lo ha lasciato ad agonizzare... il mantello della principessa si è macchiato di sangue quando lei  si è chinata sul moribondo... ed è rimasto lì... a terra..."
"Maledizione!  - Rashid non riusciva a darsi pace - A due passi da me... sotto i miei occhi..."
"... sono accorsi i miei fratelli. - riprese l'uomo - Loro hanno portato via la principessa... Abbiamo ingaggiato una lotta furibonda con i Kaza... Vedi... io sono stato ferito... abbiamo messo in fuga quella donna e gli altri, ma... io sono stato  lasciato qui e loro porteranno la principessa a  Dishasir."
"Dishasir? - fece Rashid -Perché a Dishasir?"
"E' lì che aspetta il nostro Gran Sacerdote."
"Un momento! - lo interruppe il lord - E se costui mentisse per metterci su una falsa pista? Se ogni cosa fosse stata calcolata ed organizzata per..."
"Mentire? - fu l'uomo ad interrompere lui - Perché dovrei farlo? Per proteggere chi mi ha abbandonato qui, nel deserto, perché ero d'impaccio?"
"A Dishasir, hai detto?" fece il lord, scuotendo il capo.
"Fra qualche giorno un battello li condurrà a Ru'ays." spiegò l'uomo.
"Stai mentendo! - lo apostrofò con durezza il lord - Quella città non esiste più. I pirati l'hanno distrutta."
"Certo! - assentì l'uomo - E' proprio tra le sue rovine che il Gran Sacerdote ha ricostruito il Sacro Altare e il Trono dell'Incarnazione della Dea-Vivente."
"Che topo di fogna!" fece con disgusto l'inglese.
"Questa volta non ci sfuggirà.  Hakam non ci sfuggirà! -  Rashid appariva risoluto come non mai - Tu, Ashraf, tornerai a Sahab e  ci raggiungerai con Ibrahim e gli uomini. Per i Figli della Dea-Vivente questa volta non ci sarà dacvero scampo."
"Farò così! - rispose il giovane Ashraf - Ma di questo sterco di cammello che cosa ne faccio?... Gli trafiggo il cuore?"
"No! - scosse il capo Rashid - Portalo con te a Sahab e fallo curare... Si sappia che Rasid è generoso anche con i nemici, ma... uccidilo senza pietà, se scopri che ci ha ingannati. Vai! Ci rivedremo presto."
Si separarono, dopo un caloroso abbraccio e presero strade diverse.

 

                                                    FINE  II°  Parte

                               segue:   IL RAIS -  IL  VELIERO  FANTASMA       

                                                        III° parte